I Rangers si fermano in campionato ma trionfano in Argentina con Giada Rossi.
rangers (28/11/2016)   Ritorna all'indice delle News   Versione Stampabile   Condividi su facebook



Le due formazioni del GSD Rangers Tennis Tavolo Udine vengono stoppate nei due campionati di serie D1 e B2, mentre Giada Rossi trionfa nel torneo internazionale di Buenos Aires in classe F2-5. Nella serie D1 i rangerini perdono il derby contro l’Udine2000, capolista nel girone B, per 5 a 3. Una buona prestazione, nonostante la sconfitta, per i Rangers che hanno tenuto testa alla migliore squadra del proprio girone ed ancora imbattuta al giro di boa del campionato. Davide Bassi, Luciano Bertolini, Mario Agarinis e Giuliano Toneatto hanno giocato su buoni livelli impegnando gli avversari con i due punti di Agarinis, tornato alle prestazioni di qualche anno fa, ed il punto di Bertolini. Brutto stop invece per la formazione della serie di B2, infatti, dopo nove vittorie consecutive, comprese quello dello scorso campionato, arriva una sconfitta a dire il vero del tutto inattesa. Eric Bertolini, Thomas di Giusto e Massimo Pischiutti, guidati da coach Marino Filipas, sono stati battuti in casa per 5 a 2 dalla formazione mantovana della Bagnolese, penultima in classifica. Una battuta d’arresto inaspettata ed anche pesante, non solo per il risultato, ma soprattutto per il modo in cui è maturata. I ragazzi di Filipas, infatti, non hanno messo in campo la solita convinzione e determinazione, e, come spesso capita in questi casi, hanno finito per perdere una partita decisamente alla loro portata. Probabile un calo di tensione dopo tante vittorie, sebbene le ultime di campionato avevano dato qualche segnale, o, più probabilmente, i giovani rangers hanno fatto l’errore di sottovalutare gli avversari. Nel girone la squadra rangerina conserva comunque la testa della classifica, seppur a pari punti con il Mestre, ma su cui sono avanti per lo scontro diretto e grazie alla contemporanea sconfitta del Bentegodi Verona. Coach Filipas dovrà ora spronare i propri giocatori per far ritrovare loro convinzione e brillantezza in vista della prossima giornata di campionato, sabato 3 dicembre in casa degli alto atesini del Tramin, ultimi in classifica. Siamo sicuri che Eric, Massimo e Thomas non commetteranno lo stesso errore due volte. Note estremamente positive invece dal settore paralimpico del GSD Rangers, Giada Rossi, che a Rio ha vinto il bronzo nella gara individuale, ha iniziato nel migliore dei modi la nuova stagione internazionale. La porta colori dei Rangers si è imposta nella classe F2-5 del torneo in terra argentina a Buenos Aires. Giada ha messo in fila le sue avversarie vincendo prima il suo girone a punteggio pieno e vincendo poi la simi finale e la finale, quest’ultima partita sull’atleta di casa, Garrone. La competizione sudamericana era un buon test per Giada, chiamata a riprendere il ritmo gara, dopo i meritati festeggiamenti del post Paralimpiadi. Un test che, seppur non vedesse atlete di punta tra le avversarie, si presentava comunque non scontato, dato che la rangerina ha dovuto affrontare atlete con classe di disabilità superiore alla sua, ovvero con minori difficoltà fisiche. Soddisfazione è stata espressa dalla Presidente del GSD Rangers, Rosanna Palmiotto, che si detta felice per il risultato di Giada nella capitale argentina. Si ringrazia per l’attenzione e si inviano cordiali saluti Nella foto Giada Rossi nel podio del torneo di Buenos Aires